Parliamo la stessa lingua

giovedì 27 febbraio 2014

FORZA ISOINERZIALE: "UNA METODICA SEMPRE PIÙ UTILIZZATA PER LO SVILUPPO DELLA FORZA NEL CALCIATORE

Per ogni preparatore atletico, è sempre molto importante, riuscire a lavorare in situazioni di qualità ed efficienza, cercando di creare sulla forza delle sedue di allenamento sempre più funzionali, ma sopratutto stutturali, le prime che vengono quasi sempre allenate attraverso metodiche inerenti all'instabilità quindi forza funzionale, ma sopratutto dobbiamo sapere che una qualsiasi seduta sulla forza deve avere un buon dosaggio sulla portanza meccanica. Gli indici e le indagini sulla video match analisys, ci hanno portato a conoscenza dei vari parametri di consumo sulla potenza metabolica , sulle indagini cinetiche del movimento, ma dobbiamo an che fermarci a constatare quale forza e come l'alleniamo. Ecco perché risulta importante per il sottoscritto inserire questa nuova attività nel mio blog, questa nuova argomentazione sulla forza isoinerziale, FORZA ISOINERZIALE L'attività  muscolare isoinerziale ricalca l'azione muscolare del gesto sportivo o meglio quello che il corpo o parti di esso si trovano a dovere effettuare nello sport, secondo cui, a forza e velocità variabile, un carico inerziale (come ad esempio un pallone), un arto oppure il corpo stesso (come nelle accelerazioni o nei cambi di direzione) l'atleta è costretto a rispondere a livello coordinativo motorio e neuromuscolare in tempi brevissimi a situazioni e gesti motori improvvisi e non predeterminati.

La grande utilità della metodica isoinerziale ed allo stesso tempo ciò che la differenzia dal normale movimento isotonico muscolare è da ricercare nel fatto che nell'azione isotonica sviluppata negli esercizi convenzionali (macchine isotoniche e pesi liberi) la resistenza è costante per tutto l'arco di movimento sia nella fase concentrica che in quella eccentrica, che equivale al carico impostato. Nella metodica isoinerziale la resistenza è adattata in ogni istante ed è proporzionale alla forza sviluppata, nel senso che maggiore sarà la forza espressa dal soggetto nella fase concentrica, maggiore sarà l'accelerazione con la quale il volano reagisce. 

                  

Nessun commento:

Posta un commento