Parliamo la stessa lingua

mercoledì 8 gennaio 2014

CARRIERA: "UNA PROMOZIONE INASPETTATA, UN BALZO PROFESSIONALE DI SPESSORE. ORA SONO IL QUARTO PREPARATORE ATLETICO PROFESSIONISTA PIÙ GIOVANE D'ITALIA"

È arrivato così, all'improvviso e senza aver tempo di realizzare. Arriva così quel treno, il treno più che altro, che aspetti e non arriva mai, che porta ritardo e che nella vita lo vedi passare più volte e sempre qualcuno prima di te, lo prende. Arriva così quel giorno che quando meno te lo aspetti, ti porta a sentire il fischio delle rotaie che annuncia un cambiamento. Come nel mio lavoro, come nella vita. Già la vita calcistica che strana... Solo sette mesi fa ero da scartare da una società che mi aveva cresciuto e  cullato per quattro anni e finito in una società, la mia , quella attuale con mille lamentele e deriso da parecchia gente. Ma eccola qua la mia rivincita e la mia risposta al mio nemico ! Le parole raccolte dal direttore del Pisa calcio e la fiducia che mi sta ponendo davanti questa dirigenza, mi carica enormemente, mi fa sentire vivo e ancora più affamato. Ma sopratutto carico di decisione. La possiibilita di affiancarmi ad uno staff di grossa esperienza della prima squadra, mi inorgoglisce e non vedo l'ora di esserne coinvolto in tutte le forme. Tutto questo è arrivato anche grazi ai ragazzi con cui ho lavorato quest'anno che comunque continuerò a seguire, sperando di raggiungere l'obiettivo prefisso. Oltretutto questo obiettivo raggiunto mi rende felice anche perché mi porta ad un balzo di categoria non indifferente, e comunque catapultato in una società che ha serie intenzione, oltre che la classifica di ritornare nella categoria cadetta. Il mio primo obiettivo in questo periodo che sfila fino al mese di giugno è quello di portare tutto l'appoggio e la Professionalità che posseggo nel mio bagaglio allo staff e al mister, per farmi conoscere, per  avere finalmente quella possibilità che per questi anni mi sono visto sgusciare via. Ma quello che conta è il presente : Con questa occasione ho capito quanto questa società, e non ho bisogno di specificare la storia calcistica del Pisa Calcio, creda nelle mie capacità e voglio restituire la fiducia al meglio, come sento di aver fatto anche nelle mie passate stagioni. Ho un solo obiettivo in questo lavoro diventare il numero uno, arrivare in un top club. Siamo in tanti i preparatori fisici in Italia, ma questo traguardo mi ha già portato un dato importante. Sono il 4 preparatore fisico più giovane di una prima sqaudra professionista, questo mi fa capire che ho la possibilità e il tempo per far mio questo obiettivo. Con la massima umiltà e rispetto verso ogni mio collega, spero di poter scalare velocemente questi gradini. Credo in questa società , in questa piazza, anche se ancora sono giovane di appartenenza. Ma soprattutto credo nelle mie capacità. Sperando di imparare molto dai miei colleghi dello staff. Passando ai ringraziamenti, quello più grande va alla mia famiglia che mi ha sostenuto sempre e in ogni momento quest'estate quando ero sempre alle prese con le vicende calcistiche. Tenendo alto il mio orgoglio e le mie capacità. Un gradne ringraziamento agli insegnamenti impartiti dal mio allenatore Venturi Simone, grande professionista che mi ha soprattuto insegnato i comportamenti da professionista fuori dal campo di calcio. Il mio augurio personale è di poter andare avanti in questa splendida realtà che è il calcio.
                                          


Nessun commento:

Posta un commento