Parliamo la stessa lingua

giovedì 10 ottobre 2013

PLIOMETRIA : " INSERIAMO LA FORZA PLIOMETRICA PER MIGLIORARE I PARAMETRI DI FORZA"

Le esercitazioni pliometriche fanno parte del gruppo di metodologie utilizzate per l'incremento della FORZA RAPIDA (o VELOCE), ovvero della capacità del sistema neuromuscolare di superare resistenze con un’elevata velocità di contrazione. Molti dei parametri che andrete a leggere tra poco fanno parte anche del lavoro che è incluso nel progetto che porto avanti da settembre, sullo studio dei cambi di direzioni, situazionali nel calcio. Ovviamente per migliorare quella che è la capacità condizionale più difficile, e più geneticamente dettata, devo far riferimento a dei parametri di forza che vado ad elencare.

- Forza esplosiva quando il sollevamento o lo spostamento veloce di un carico (anche del corpo) inizia da situazione di immobilità (esempio: partenza dai blocchi di uno sprinter, salti e balzi con partenza da fermo da un angolo articolare prestabilito);

- Forza esplosiva elastica quando vi è azione pliometrica della muscolatura con movimenti articolari accentuati (es.: salto in alto, balzi) eseguiti alla massima velocità. Nell'azione pliometrica, ad una veloce azione eccentrica segue una rapidissima azione concentrica (inversione di movimento). Questo permette di utilizzare una ulteriore percentuale di forza espressa dalla componente elastica dei muscoli.

- Forza esplosiva elastica riflessa quando vi è azione pliometrica con movimenti articolari molto ridotti e rapidissimi (es.: corsa, saltelli). Solitamente si riferisce all'appoggio e rapida spinta a terra del piede. Ecco perché chiedo sempre  ai miei giocatori di curare bene gl appogi ed essere sempre più esplosivo possibile e curare bene anche le leve. Forte è anche il lavoro a livello muscolare da attuare nei cambi di direzione, dove con il lavoro della PLIOMETRIA possiamo andare a reclutare meglio.  "La principale caratteristica del Metodo Pliometrico è quello di stimolare le proprietà neuromuscolari con sollecitazioni intense e brevissime, tali da sviluppare elevatissimi gradienti di forza estrinsecata ad altissima velocità (ciclo di accorciamento del muscolo con ammortizzazione e rapida inversione del movimento). Questo si ottiene grazie all’esercizio di caduta dall’alto ove i muscoli estensori delle gambe (principalmente il Quadricipite femorale ed il Tricipite surale) vengono attivamente allungati (lavoro eccentrico) e immagazzinano un notevole quantità di energia elastica che poi viene utilizzata durante la fase di spinta (lavoro concentrico)". Va tenuto presente che le esercitazioni pliometriche con salti in basso fanno parte di una metodologia integrativa utile allo sviluppo della forza rapida per atleti altamente qualificati con un buon livello di adattamento dell’apparato locomotore ai carichi di lavoro.

 

 


Nessun commento:

Posta un commento