Parliamo la stessa lingua

mercoledì 4 settembre 2013

PREVENZIONE: "LAVORARE SUL FISICO E PREVENIRE DOLORI ALLA SCHIENA. INDIVIDUALIZZARE È SINONIMO DI QUALITÀ

La funzione fondamentale della colonna vertebrale è di sostenere come un vero pilastro l'organismo. Essa è infatti quel complesso funzionale responsabile nell'uomo, in stazione eretta, del mantenimento del suo equilibrio. La possibilità di orientare la testa nello spazio, di piegare il corpo in avanti, praticamente fino a dimezzarne l'altezza, di estenderlo all'indietro, di fletterlo lateralmente e infine di ruotarlo, permettendo alla testa, grazie alla somma di tutte le rotazioni nei diversi segmenti, di completare quasi il giro dell'orizzonte, è legata all'articolarità del rachide. Ecco perché sottolineare ancora maggiormente nello sportivo, quelli che sono gli esercizi più importanti, e a fare con maggiore frequenza per adattare la giusta muscolatura a quelli che sono gli episodi situazionali che il calcio raccoglie. Solo una attenta e acuta azione di rinforzo muscolare nel tempo, può dare la giusta risposta. Cosa ancora più importante, e valutare queste circostanze con dei test, per visionare se i nostri calciatori stanno eseguendo i giusti passi verso una modificazione ottimale della loro muscolatura legata al movimento cinetico dalla colonna. 
La colonna vertebrale è dotata di piccole fasce muscolari che si estendono da una vertebra a quella contigua o alla successiva. Sono muscoli situati vicino alle vertebre e sono capaci di agire in modo molto preciso, tenendo le vertebre in posizione le une sulle altre. Sono quindi i muscoli che con la loro azione ci permettono di mantenere l'impilamento vertebrale. A questi muscoli di piccole dimensioni si sovrappongono i lunghi muscoli dorsali che si estendono ai lati della colonna vertebrale e si possono paragonare alla velatura di una nave, nella quale l'albero è rappresentato dalla colonna vertebrale. Soprattutto nel tratto cervicale e in quello lombare, i muscoli dorsali hanno una struttura particolarmente robusta. Questi muscoli sono azionati soprattutto per i movimenti di forza o di grande ampiezza. Poi vengono i muscoli addominali retti e obliqui, che funzionano come un efficace corsetto che contiene la massa addominale. Ecco come preferisco lavorare in ambito di preparazione fisica nel calcio, tenendo conto che bisogna variare il programma, all'inizio uguale per tutti, in base ai miglioramenti individuali. Una tabella riportata, prevede il lavoro effettuato agli inizi della nostra preparazione. A questa seduta seguivano altri esercizi di mobilità articolare e scarico della colonna attraverso delle posture con durata di 12'. 

Nessun commento:

Posta un commento