Parliamo la stessa lingua

lunedì 29 aprile 2013

PROPOSTA DEL MICROCICLO: "SVILUPPIAMO LE CAPACITÀ CONDIZIONALI CON PALLA, IL SISTEMA ANAEROBICO CON IL TAKE CONTROL"

Quello che si cerca di fare, ormai nel frenetico calcio di oggi, è proporre esercitazioni o allenamento che siano sempre più mirati allo sviluppo delle capacità fisico atletiche del calciatore. Quello ridimensionato da me, riporta un esercitazione che richiama lo sviluppo della capacità condizionale ANAEROBICO LATTACIDO.
Ma di cosa stiamo parlando? In verità cosa "tocchiamo" con questa esercitazione?. Il sistema anaerobico lattacido (o glicolisi anaerobica), consente l’estrazione di ulteriore energia all’interno del sarcoplasma (il sarcoplasma rappresenta nella cellula muscolare l’equivalente del citoplasma). Tale energia è resa disponibile dall’utilizzo, in assenza di ossigeno, di glucosio e glicogeno (previa glicogenolisi). L’impiego di glicogeno muscolare presenta il vantaggio, rispetto al glucosio, di trovarsi in sede cellulare senza la necessità di essere trasportato per via ematica. La glicogenolisi non è altro che il processo di liberazione di glicogeno sottoforma di glucosio. Sistema particolarmente efficace se si considera che ogni grammo di muscolo può contenere sino a 15 grammi di glicogeno. Il glucosio viene degradato ai fini energetici ed è in grado di fornire adeguate risorse per un periodo di tempo non superiore ai 50-80 secondi, anche tale sistema di risintesi dell’ATP risulta estremamente rapido, quindi d’elezione nelle discipline sportive brevi e intense, che non possono essere sostenute con il solo supporto della creatinafosfato. Nel corso della glicolisi quindi, la molecola di partenza è il glucosio. Il glucosio viene dapprima fosforilata mediante l’impiego di ATP, e poi avviato alle varie tappe della glicolisi (9 tappe in totale compresa la fosforilazione). Il Take Control, è un esercitazione che ho riproposto svariate volte, e che mi ha dato nelle circostanze richieste, un buon risultato. Confrontato con BORG e monitoraggio. Esercitazione da sviluppare in un Area di 28x28 che parte su due campi e un possesso palla svolto in un 4vs1 e che progressivamente ad ogni 25" un componente della squadra in inferiorità, esegue uno sprint e diminuendo sempre di più, l'inferiorita numerica. La partita singola fino al ritorno della perfetta parità numerica durerà 2'30" e la pausa fissata ad 1' con recupero passivo. Alla fine possiamo trarre i nostri risultati, attraverso tre cognizioni. BORG, calcolo dell'entita dello stimolo assoluto e monitoraggio dell'esercitaizone.



Nessun commento:

Posta un commento