Parliamo la stessa lingua

lunedì 3 dicembre 2012

PROPOSTA NEL MICROCICLO: "PAUSA INVERNALE NEL CAMPIONATO PRIMAVERA, PROPONGO LA RESISTENZA ALLA VELOCITÀ "

Con la pausa invernale alle porte per la sosta natalizia, tutti noi preparatori atletici siamo richiamati a strutturare una solida programmazione in mesociclo o microciclo che sia, per poter trovare la giusta marcia di partenza per il nuovo anno. Nel campionato primavera, la sosta cade con l'ultima giornata di andata. "Parto con la mia programmazione, componendo uno scheletro di lavoro mirato al lavoro fisico in palestra e sulla resistenza alla velocità. Iniziò col prendere in considerazione il concetto velocità, ovvero la capacità di percorrere distanze nel minor tempo possibile (locomozione e spostamento) anche se nel calcio sarebbe meglio parlare di velocità efficace e specifica. Avvenendomi delle mie video match analisys, ripercorro il concetto del calciatore nello specifico e ne compongo l'esercitazione".
È noto che un calciatore veloce, capace di percorrere 100 metri in 11"  , non è altrettanto valido in termini di rendimento. Dall'altra parte abbiamo la resistenza altro concetto del mio lavoro scelto in queste due settimane che possiamo definire in forma generale come la capacità di sopportare sforzi, siano essi anaerobici (debito d'ossigeno) o aerobico (steady-state). Quindi possiamo determinare anche la resistenza come quella esercitazione con la capacità di sostenere sforzi in debito di ossigeno.
"L'analisi della partita effettuata durante la settimana, e il sovrapporre di 12 gare effettuate dalla primavera del Livorno calcio, mi ha regalato in dato importante tale, da essere riportato in una visione e sullo svolgimento di una esercitazione. Tanto corre un giocatore, tanti sono gli sprint, e il tempi di corsa e camminata, tanto e' il lavoro che gli propongo, per ruolo, per individualità, per sforzo". Migliorando la resistenza alla velocità, il giocatore riesce ad effettuare azioni tecniche e fisiche in maniera corretta, non solo nelle fasi iniziali, ma per tutta la durata della gara oltre che aumentare le possibilità di migliorare  il rendimento realizzando il maggior numero possibile di azioni. Buon lavoro .

Nessun commento:

Posta un commento