Parliamo la stessa lingua

martedì 18 settembre 2012

TAPERING: "CONOSCIAMO MEGLIO LA FATICA DEI NOSTRI CALCIATORI"


Nella disciplina del calcio, la fatica puo' essere definita come il sopraggiungere di una condizione di esaurimento organico-funzionale che comporta la riduzione delle capacita' prestative di un atleta. Diviene quindi molto importante organizzare in determinati momenti della stagione, un percorso di TAPERING, che possa ripristinare la salute dei nostri  giocatori. "Credo che prima di tutto dobbiamo avere chiaro l'aspetto riguardante la gestione e il signficato della fatica. Questo perché tale fenomeno puo verificarsi sia in forma acuta che cronica, con alterazioni omeostatiche caratterizzate da modificazioni metaboliche (equilibri elettrici della membrana) e da modificazioni bioumorali. Queste alterazioni sono accompagnate da segni e sintomi che sono la manifestazione clinica della fatica e che vanno dalla semplice sensazione di spossatezza con riduzione della capacità di prestazione a evidenze patologiche (di vario stadio). Oltretutto la capacità di un atleta di ritardare, attenuare o evitare insorgenze di fatica, grazie ad adeguate misure preventive ed all'adozione di programmi di allenamemento in grado di indurre i massimi adattamenti organico-funzionali, rispettando nel contempo i meccanismi di recupero, può essere considerata una componente fondamentale della prestazione ed uno dei fattori che contribuisce a distinguere un campione da un atleta di ottimo livello. "Nella maggior parte delle mie sedute di allenamento, o durante le gara di campionato, ritengo importante la classificazione e l'archiviazione del Borg percepito, a livello muscolare. Serve per distinguere quale e che fatica fa il nostro atleta.

Nessun commento:

Posta un commento