Parliamo la stessa lingua

martedì 21 agosto 2012

TRAUMATOLOGIA SPORTIVA: "LA CONDRIOPATIA ROTULEA, PATOLOGIA CHE CREA DEFICIT FUNZIONALI"



La condropatia rotulea è un disturbo in cui la cartilagine che dovrebbe ammortizzare le forze esercitate sul ginocchio non riesce più a svolgere la sua funzione. I principali sintomi di questa condizione sono dolori che aumentano soprattutto quando si fanno le scale . Le cause della condropatia rotulea possono essere diverse, anche se, nella maggior parte dei casi, i fattori eziologici sono da ricercarsi nel sovraccarico cui è sottoposta l'articolazione.  Altre cause possono essere anormalità di forma e/o di posizione della rotula dal momento che si vengono ad alterare i normali meccanismi di scorrimento rotuleo con conseguenti alterazioni cartilagine.In genere il dolore è localizzato davanti al ginocchio e può diventare più acuto anche quando ci si inginocchia, o si sta seduti a lungo con le ginocchia piegate. Fra è sintomi è inclusa, a volte, anche una sensazione di scricchiolio quando si stendono le ginocchia. Gli antidolorifici possono aiutare a calmare il dolore, ma se i sintomi non spariscono entro pochi giorni è meglio rivolgersi a un medico. Il riposo è un aspetto fondamentale della terapia che aiuta a superare il problema, ma esistono anche esercizi specifici che consentono di recuperare al meglio la funzionalità del ginocchio. Solo nei casi più gravi è necessario ricorrere all’intervento chirurgico. "Ovviamente dopo aver accertato le cure dal punto di vista strumentale e solo dopo il passaggio del nostro atleta presso il fisioterapista, possiamo riaccoglierlo nel gruppo iniziando quello che è il classico cammino di recupero funzionale, facendo particolarmente attenzione alle valutazioni ed ai carichi di allenamento che andiamo a proporre.Anche gli esercizi mirati a rafforzare i muscoli che supportano il ginocchio e controllano l’allineamento delle gambe fanno parte di una corretta terapia. I movimenti migliori sono quelli che allenano il quadricipite, il tendine del ginocchio e i muscoli intorno all’anca, soprattutto gli adduttori."

Nessun commento:

Posta un commento