Parliamo la stessa lingua

martedì 21 agosto 2012

FORZA: "E' IL MOMENTO DI COSTRUIRE I NOSTRI MUSCOLI, RISPETTIAMO I TEMPI. RICHIEDIAMO IL MASSIMO IMPEGNO"

In questo post, dedicato all'allenamento della forza nella disciplina del calcio, voglio passare un suggerimento che spero sia condiviso con voi colleghi e non. Innanzitutto la pianificazione: "Credo che essa deve essere suddiviso in peridi di preparazione, di gara e di transizione ciascuno con contenuti ed obiettivi diversi". La pianificazione dell'allenamento, in ciascuno di questi periodi, comprende obiettivi, metodi e contenuti, che  basandosi l'uno sull'altro alla fine debbano condurre alla massima prestazione individuale, al mantenimento o alla perdita della forma sportiva, intesa come fase di rigenerazione (tapering). "Nella mia descrizione e nelle mie programmazione annuali, ho raccolto dati importanti sul miglioramento della forza, aiutato anche dal fatto che fisiologia e biomeccanica, fossero miei 'aiutanti' visto che alleno una fascia giovane di calciatori. Ho sempre ricercato l'allenamento della forza massimale che la portavo da 7 a 14 settimane globali di lavoro". Ovviamente questo periodo comprendeva al suo interno varie fasi, come la costruzione muscolare che la portavo dalle 3 alle 8 settiamane, quello di sviluppo intramuscolare dalle 3 alle 5 settimane e sopratutto la forza rapida (allenamento intermuscolare e tecnico) circa un paio di settimane. Non consiglio tempi più brevi a questi, perchè nella raccolta dei miei dati non ho ottenuto effetti di adattamento all'allenamento. "Ritengo sia molto importante, e fulcro delle risposte sul campo, la composizione del microciclo di lavoro, sempre abbastanza dettagliato e individualizzato, perchè individualizzare il lavoro per giocatore, è sinonimo di qualità". Attulmente il lavoro proposto sulla forza ha trovato inizio in questa settiamana dando il via al periodo di costruzione, correlato alla preparazione fisica d'inizio stagione, curando nel particolare la predisposizione di chi dovrà giocare sabato in campionato, con un lavoro esplosivo che possa "rimanere" fino al tempo di gara. Altra regola che definisco importante è il tempo necessario allo sviluppo della forma sportiva distinguendo tre fasi che precedono il periodo di gara. La fase estensiva (la preparazione) quella intensiva (secondo periodo di preparazione) e esplosiva (3 periodo di preparazione vicino alla gara).

Nessun commento:

Posta un commento