Parliamo la stessa lingua

sabato 14 luglio 2012

SUL CAMPO: COMPONENTI AEROBICHE CON PALLA, SCELGO IL BACK TO SKILL."

Tra i 17 lavori con palla scelti ed elaborati per l'allenamento delle qualità lattacide ed alattacide, quest'anno ho deciso di partire da un lavoro con palla, miscelato con un accenno di lavoro a secco. "A mio parere bisogna andare verso una preparazione fisica sempre più situazionale a questo sport, e con gli strumenti giusti, calcolare la giusta intensità, ma soprattutto, se questa intensità in realtà va a migliorare i parametri che ci siamo imposti.". Il sistema di lavoro fisico di questa esercitazione con palla viene effettuata con una partita normale (4>4 ad esempio) e dove all'esterno di questo campo (come mostra la figura), sono posizionati tanti cinesini per quanti giocatori si contendono la partita. Utilizzando il lavoro a secco (distanza 20 mt rispetto al terreno di gioco), l'allenatore farà disputare una partita normale in un campo  (22mt x 18mt) utilizzando a suo piacimento le componenti tattiche (numero di tocchi, ricerca del terzo uomo, portatore palla, passaggio avanti - passaggio dietro). Ad ogni gol, oppure ogni 2'45" , il preparatore atletico al fischio chiamerà i giocatori in campo ad effettuare un allungo (sub massimale) verso i delimitatori e ritornare prontamente in campo per andare a contendersi nuovamente la palla, rimessa in gioco dall'allenatore. Ne uscirà fuori dal punto di vista fisico, un lavoro dalla tipologia intermittente, con periodi di lavoro di 6' a partita. Tra una mini-partita e quella successiva, il recupero deve essere di 3' , ma attivo; ovvero palleggi in coppia e allungamento muscolare attivo per chi iniziasse a "pagare" la fatica. A fine seduta, in caso di cardiofrequenzimetri disponibili, possiamo tranquillamente ricevere informazioni sul regime lavorativo fisiologico a cui hanno risposto i nostri giocatori. Buon Lavoro!

Nessun commento:

Posta un commento