Parliamo la stessa lingua

lunedì 7 maggio 2012

TAPERING: "Crampi muscolari indotti da un esercizio fisico ?ci vuole riposo"

A livello fisico, più che a livello sportivo e di performance, sono poche le cose che potrebbero frustrare un'atleta ed in questo caso il calciatore, ovvero il "crampo muscolare". Essi si possono verificare sia durante che dopo una partita di calcio, subito dopo, oppure addirittura durante la notte, nel pieno del sonno.
Scientificamente, teniamo ben presente il fatto che ancora non è stata trovata una vera e propria causa, e neanche una terapia da seguire per la sua prevenzione.
L'aspetto dell'eziopatologia di questo fenomeno così fastidioso, ma i crampi sportivi indotti dall'esercizio fisico non dipendono da patologie o da disfunzioni mediche, ma esse vengono descritte come contrazioni dolorose e spasmodiche involontarie da parte del muscolo scheletrico. Secondo ricerche mediche e scientifiche, addirittura esso non potrebbero essere associati neanche all'attività fisica, ma bensì a disturbi del bilancio idrico ed elettrolitico associato ad un alto tasso di sudorazione. Ecco perchè è importante secondo il mio piccolo consiglio, andare a consultare quella che è la fisiologia umana, che incorre sempre poi a quello che prego ai miei colleghi ed operanti nell'ambito della preparazione atletica, ovvero rispettare le leggi delle biomeccanica e della fisiologia.
"SI RITIENE SECONDO DAI SONDAGGI E TESTI SCIENTIFICI LETTI SOTTOSCRITTO, CHE IL CONTINUO ESERCIZIO FISICO SPOSSANTE, MAGARI CON L'AIUTO NEGATIVO DELLE  CONDIZIONI CLIMATICHE, TENDA A ROMPERE L'EQUILIBRIO TRA GLI ORGANI TENDINEI DEL GOLGI E IL FUSO MUSCOLARE, POICHE' IL PRIMO DIMINUIREBBE ED IL SECONDO AUMENTEREBBE"
Come porre rimedio? nella stagione in corso (settore giovanile) mi sono capitati 9 casi di crampi durante le partite di gioco, qualcuno anche durante la notte. La cura prevede il riposo, lo stiramento ovviamente passivo del musclo o del gruppo muscolare preso in causa, tenendola bene allungata, affinchè la contrazione muscolare non si sia placata. Successivamente diventa importante l'assunzione di liquidi, ribilanciando la questione idrica.

Nessun commento:

Posta un commento