Parliamo la stessa lingua

sabato 26 maggio 2012

POSTUROLOGIA APPLICATA: "LO SCHEMA CORPOREO, UN IMMAGINE DI SE"

Durante lo svolgimento di questo corso di posturologia qui a Genova, ho veramente capito, quanto sia importante tutto ciò che riguarda l'ambito della posturologia applicata al calcio. E comunque la posturologia in generale. Lo studio dell'organizzazione della postura e le metodiche d'intervento per ristabilire una nuova omeostasi posturale che scongiuri la presenza di atteggiamenti patologici deve essere, multidisciplinare e globale. "IN LINEA CON QUESTA METODICA D'INTERVENTO BISOGNA VALUTARE GLI ASPETTI CHE CONCORRONO A COSTRUIRE TUTTI GLI ATTEGGIAMENTI POSTURALI DURANTE LE TAPPE EVOLUTIVE DELLO SVILUPPO DELL'ESSERE UMANO" .
Oltretutto, qualsiasi intervento che modifichi la biomeccanica statica e dinamica delle tensioni corporee deve passare attraverso la presa di coscienza corporea: il lavoro motorio deve essere attivo e cosciente, in modo tale che il paziente possa modificare l'immagine che ha di sè.
 "DOBBIAMO CERCARE DURANTE LE NOSTRE SEDUTE DI ALLENAMENTO A SVILUPPARE CONDIZIONI DI APPRENDIMENTI MOTORI E POSTURALI NUOVE, SENZA RIPERCORRERE SCHEMI VECCHI, CHE NON AIUTANO A CRISTALLIZZARE ED ADATTARE, NUOVI SCHEMI CORPOREI.. E QUINDI NUOVI PUNTI DI RIFERIMENTO."
Ricordiamo come hanno ripercorso vari studi, e altrettanti posturologi, che lo schema corporeo è l'immagine tridimensionale che ciascuno ha di sè, sia in condizioni dinamiche che statiche che gli consentono di entrare in relazione spaziale e temporale con il mondo circostante

Nessun commento:

Posta un commento