Parliamo la stessa lingua

venerdì 27 aprile 2012

FISIOLOGIA: "SPESSE VOLTE GENERALIZZIAMO IL LAVORO MUSCOLARE, MA COME LAVORANO LE NOSTRE FIBRE?"

"A VOLTE CI PENSO, E PIU' CI PENSO, PIU' NE SONO CONVINTO. COME OGNI ALTRA DISCIPLINA SPORTIVA, SPESSO TENDIAMO, NOI PREPARATORI FISICI, MA ANCHE ALLENATORI IN GENERALI, A SOTTILIZZARE E SCARTARE L'INDIVIDUALITA' DEL LAVORO FATTO DAI NOSTRI GIOCATORI O ATLETI CHE SIANO.
ABBIAMO SEMPRE PREPARATO UN NOSTRO LAVORO IN ALLENAMENTO FACENDO ATTENZIONE A COME LAVORANO I MUSCOLI, SI BENE, MA POI? SAPPIAMO REALMENTE COME ESSI LAVORANO? CHE COMPITO HANNO LE FIBRE? COME SI MUOVONO, PREPARIAMOCI AD ESSERE PREPARATORI , PREPARATI!"
Dobbiamo innanzitutto tenere in considerazione, quanto sia complicato l'evento che provoca l'azione di una fibra muscolare, un processo che viene iniziato  da un impulso del nervo motorio proveniente dal cervello o dal midollo spinale, l'impulso giunge quindi alle terminazioni nervose, dette assoni terminali, collocati vicino al sarcolemma. 
"ALL'ARRIVO DELL'IMPULSO, VIENE SECERNATO L'ACETILCOLINA (ACh), CHE VA APPUNTO A LEGARSI A SPECIFICI RECETTORI PRESENTI SUL SARCOLEMMA. SOLO SE SI RAGGIUNGE UN NUMERO SUFFICENTE DI RECETTORI, LE PORTE IONICHE SI APRONO, LASCIANDO ENTRARE IL SODIO, ED UNA CARICA ELETTRICA VIENE TRASMESSA LUNGO TUTTA LA FIBRA MUSCOLARE (depolarizzazione), MA L'AZIONE MUSCOLARE?
L'azione muscolare è un processo ovviamente attivo che richiede dell'energia. Otrle al sito attivo per la fissazione dell'actina, le testa miosinica contiene un sito attivo per la fissazione dell' ATP (adenosina trifosfato), quindi, molecola di miosina e ATP si legano perchè l'azione muscolare possa avvenire con successo.
"TENIAMO BEN PRESENTE CHE L'AZIONE MUSCOLARE, TERMINA QUANDO IL CALCIO VIENE ESAURITO DAL SARCOPLASMA AL RETICOLO SARCOPLASMATICO, DOVE VERRA' NUOVAMENTE IMMAGAZZINATO.


Nessun commento:

Posta un commento