Parliamo la stessa lingua

lunedì 12 marzo 2012

PIANIFICAZIONE: "L'ALLENAMENTO NEL CALCIO GIOVANILE, UN AVVIAMENTO CON SCOPI BEN PRECISI"

Nel processo di allenamento, quindi nella scelta della programmazione da attuare negli allenamenti nei giovani calciatori, spesso sentiamo il bisogno di trovare uno scopo dell'allenamento stesso, che secondo me, consiste principalmente, nell'individualizzazione dell'attitudine specifica e nella scoperta "atletica" potenziale individuale per uno sviluppo ottimale nella disciplina in cui si allena.
UN RUOLO IMPORTANTE A CUI HO SEMPRE DATO AMPIO SPAZIO E CONSIDERAZIONE, VIENE SVOLTO DAGLI INDICATORI SPECIFICI, CHE NEL PROSSIMO POST RIPORTERO' IN MODO DETTAGLIATO. QUESTI POSSONO ESSERE ANCHE POTENZIALI "INDICATORI DEL TALENTO" SPECIE PER LE DISCIPLINE DI ATLETICA.
ALLENAMENTO DI BASE, DI COSTRUZIONE E DI TRANSIZIONE VERSO L'ALTO LIVELLO, QUESTA LA MIA CONCEZIONE BASILARE PER POTER LAVORARE BENE FIN DALL'ADOLESCENZA PER POI RAFFINARE NEL MIGLIOR MODO POSSIBILE, LE COMPONENTI ATLETICA DI UNO SPORTIVO.
In queste suddivisioni in cui successivamente saranno trattati approfondimenti, c'è da tener conto, la scelta accurata di metodi, contenuti e varie tipologie di carico di allenamento da attuare in modo molto dettagliato ad ogni singolo sportivo (in questo caso gruppo, visto che si parla di una disciplina come il calcio). 
COME IN OGNI MIA SEDUTA DI ALLENAMENTO, L'OBIETTIVO E' SEMPRE QUELLO DI VALUTARE, SPIARE LA CINETICA DELL'EVOLUZIONE DELL'INTENSITA', CERCANDO DI CAPIRE DOVE UN SOGGETTO PUO' MIGLIORARE, O DOVE UN SOGGETTO PUO' DARE, ESSENDO GIA IN POSSESSO DI DETERMINATE CAPACITA', MA MAGARI NON LE METTE IN MOSTRA. Nel prossimo post, la suddivisione delle tre componenti degli allenamenti per un avviamento ottimale alla disciplina scelta.

Nessun commento:

Posta un commento