Parliamo la stessa lingua

giovedì 10 novembre 2011

PSICOLOGIA DA CAMPO: "LA CREATIVITA' DEL GIOVANE CALCIATORE, COLTIVIAMOLA"

Definire la creatività va appunto proprio contro la natura della creatività stessa. La creatività, come famosi studi hanno già approvato, è un tratto di personalità innato, legato, da un punto di vista neurologico, all'attività dell'emisfero destro. Il bambino , l'adolescente è per natura creativo: mettere insieme oggetti, frasi, movimenti è per esso stesso un'attività che sfugge spesso alla logica ormai cristallizzata dell'adulto. Oltretutto la sua  creatività innata, può essere incentivata o, come spesso accade, smorzata nei suoi entusiasmi dell'educazione che il piccolo ragazzo riceve dai "grandi" (genitori - insegnanti - allenatori).
Stimolare la creatività, tra le mura domestiche, i banchi di scuola o in campo, significa dare l'opportunità al ragazzo di allenare quelle qualità e quelle abilità che nella vita, gli serviranno per affrontare, imprevisti ed imprevedibilità. Lo stesso sicuramente, vale e lo noto anche io nel mondo del calcio giovanile.
Sport situazionale, dove i tatticismi non sempre funzionano difronte alle infinite variabili e ad una realtà in continua evoluzione.
PErsonalmente credo che per allenare questo tratto funzionale al calcio è importante dare fiducia ai ragazzi, rinforzare i piccoli successi, lasciarli provare a sperimentali soluzioni diverse, senza nessun timore di essere giudicati o criticati, dai propri allenatori, che a loro volta sanno di esserci passati molto tempo prima di loro.
Alle soglie del 2012 tutti parlano di differenziazione di calcio giovanile, tra Italia ed altre nazioni. SInceramente sono daccordo, perchè riscuoto in queste parole, le caratteristiche didattiche che in Spagna ed Inghilterra, riescono a mettere in pratica, ripropononendo risultati positivi. Anche noi in Italia dobbiamo iniziare a remare su questa rotta. Per il resto fate creare liberamente, il nostro sistema nervoso memorizza i feedback positivi e li differenzia da quelli negativi. Sappiamo insegnare calcio.

Nessun commento:

Posta un commento