Parliamo la stessa lingua

venerdì 18 novembre 2011

Pillole di Anatomia: " I MUSCOLI DELLA COSCIA"

Muscolo tensore della fascia lata. È un fusiforme che si trova superficialmente, nella regione superolaterale della coscia. Origina dall’estremità anteriore del labbro esterno della cresta iliaca, dalla spina iliaca anteriore superiore e dalla sottostante incisura, dalla faccia superficiale del muscolo medio gluteo e dalla fascia che lo ricopre. I suoi fasci si dirigono in basso, proseguono in un lungo tendine che percorre tutta la coscia, per inserirsi poi al condilo laterale della tibia. Nel suo tragitto, il tendine d’inserzione si fonde con la fascia femorale o fascia lata, formando la benderella o tratto ileotibiale.
Il ventre muscolare è posto lateralmente al sartorio e davanti al muscolo medio gluteo; in superficie esso è in rapporto con lo strato sottocutaneo, profondamente con i muscoli medio gluteo e vasto laterale. Con la sua azione tende la fascia lata e abduce la coscia; essendo un muscolo biarticolare ha anche un’azione di estensione della gamba sulla coscia.
Muscolo sartorio. Occupa una posizione superficiale e si presenta come un muscolo allungato e nastriforme, che attraversa obliquamente la faccia anteriore della coscia, dall’alto in basso e dall’esterno all’interno. Origina dalla spina iliaca anteriore superiore e dalla parte piú alta dell’incisura sottostante e, attraversata la faccia anteriore della coscia, giunge in basso, sul lato mediale del ginocchio, dove termina inserendosi all’estremità superiore della faccia mediale della tibia. L’inserzione avviene tramite un tendine slargato che prende il nome di zampa d’oca. La sua faccia anteriore è superficiale; con quella profonda esso incrocia il retto del femore e l’ileopsoas. Incrociando il muscolo adduttore lungo, chiude in basso il triangolo femorale (di Scarpa). Prima di raggiungere la regione del ginocchio il sartorio ricopre il canale degli adduttori.

Muscolo quadricipite femorale. è il piú voluminoso muscolo della regione anteriore della coscia e risulta formato da quattro capi:
  • il retto del femore,
  • il vasto mediale,
  • il vasto laterale,
  • il vasto intermedio,
che si raccolgono in un unico tendine terminale.
Il retto del femore origina dalla spina iliaca anteriore inferiore con un tendine diretto e dalla porzione piú alta del contorno dell’acetabolo nonché dalla capsula dell’articolazione coxofemorale con un tendine riflesso.
Il vasto mediale origina dal labbro mediale della linea aspra e dalla linea rugosa che unisce questa al collo del femore.
Il vasto laterale origina dalla faccia laterale e dal margine anteriore del grande trocantere, dalla metá superiore del labbro laterale della linea aspra del femore e dal suo ramo che va al grande trocantere.
Il vasto intermedio, posto profondamente tra il vasto laterale e quello mediale, origina dal labbro laterale della linea aspra e dai 3/4 superiori delle facce anteriore e laterale del femore.
Muscolo gracile. Appiattito e nastriforme, occupa il lato mediale della coscia. Origina dalla faccia anteriore della branca ischiopubica, nei pressi della sinfisi, donde si porta verticalmente per inserirsi nella parte superiore della faccia mediale della tibia. Il suo tendine concorre a formare la zampa d’oca. Superficialmente il muscolo gracile è ricoperto dalla fascia femorale mentre, profondamente, corrisponde ai muscoli adduttori grande e lungo, al condilo mediale del femore e al condilo mediale della tibia. Il muscolo gracile, con la sua azione adduce la coscia, flette e ruota medialmente la gamba.
Muscolo pettineo. è situato nella parte superomediale della coscia. Origina dal tubercolo pubico, dalla faccia anteriore del ramo superiore del pube, dalla cresta pettinea, dal legamento pubofemorale e dalla fascia che lo ricopre. I suoi fasci si dirigono lateralmente e in basso per inserirsi sulla linea pettinea del femore. Superficialmente il pettineo, rivestito dalla fascia pettinea, corrisponde al triangolo femorale; profondamente è in rapporto con la capsula dell’articolazione coxofemorale e con i muscoli adduttore breve e otturatorio esterno. Il pettineo adduce, flette e ruota all’esterno la coscia.
Muscolo adduttore lungo. è un muscolo piatto di forma triangolare. Origina dalla faccia anteriore del ramo superiore del pube; i suoi fasci si portano in basso, in dietro e lateralmente e vanno ad inserirsi al terzo medio del ramo mediale della linea aspra del femore. La sua faccia superficiale è rivestita dalla fascia femorale e ,in basso, è in rapporto con il sartorio e il vasto mediale. Profondamente corrisponde agli adduttori breve e grande. Adduce e ruota all’esterno la coscia.
Muscolo adduttore breve. Di forma triangolare, è posto profondamente all’adduttore lungo e superficialmente al grande adduttore. Origina dalla porzione mediale della faccia anteriore del ramo superiore del pube e dalla porzione superiore della faccia anteriore della branca ischiopubica. Si porta in basso, in dietro e lateralmente per inserirsi al terzo superiore del labbro mediale della linea aspra del femore. Adduce e ruota all’esterno la coscia.
Muscolo grande adduttore. Situato piú profondamente rispetto agli adduttori lungo e breve, è un muscolo piatto e triangolare, il cui apice volge verso l’ischio e la cui base occupa tutta l’altezza della linea aspra del femore. Origina dalla faccia anteriore della branca ischiopubica e dalla tuberosità ischiatica. Si dirige in dietro, in basso e lateralmente e, giunto al margine posteriore del femore, termina inserendosi sul labbro mediale della linea aspra, fino all’altezza del tubercolo del grande adduttore, che si trova al di sopra dell’epicondilo mediale. La porzione superiore del muscolo grande adduttore, viene anche descritta come muscolo adduttore minimo. La superficie anteriore del muscolo è in rapporto con gli adduttori lungo e breve e con il sartorio; inferiormente delimita, insieme al vasto mediale, il canale degli adduttori. La faccia posteriore corrisponde ai muscoli bicipite, semitendinoso e semimembranoso. Contraendosi, adduce e ruota all’interno la coscia.

Nessun commento:

Posta un commento