Parliamo la stessa lingua

domenica 5 giugno 2011

Test di valutazione: "IL MIO MODELLO? SAPER SPIARE BENE LA PERFORMANCE"

 Una delle capacità e caratteristiche che distingue ogni preparatore fisico diverso, è soprattutto le decisioni e i metri di misura, e la strumentale di misura adottata e scelta per selezionare quelli che sono i cosiddetti test da campo come inizio stagione.
Ad ogni inizio di stagione i cosiddetti test da applicare al nostro gruppo ( prima squadra o settore giovanile che sia) chide un adeguato ed un'accurata scelta di test per iniziare ad avere le giuste rilevazione di inizio stagione.
Ecco cosa piace adottare, che metodo prendere e quali, i parametri da segnalare.

ASPETTO AEROBICO ?  lavoro sulla soglia o sulla FC max attraverso il metodo incrementale (vam-eval) su tutti.
ASPETTO ANAEROBICO LATTACIDO? Test di percorrenza attraverso il test Capanna-Sassi
ASPETTO ANAEROBICO ALATTACIDO? Velocità sui 10-20-30 metri segnalando tempo di percorrenza  o velocità raggiunta
ASPETTO RELATIVO ALLA FORZA? Squat Jump o Contromovimento a braccia libere per l'altezza raggiunta.
Ovviamente questto è il mio attuale metodo di spiare le capacità fisiche in base ad un test, ma anche rapportate alla possibilità del materiale che posso adoperare. Ma quello che mi preme più confermare, e che non c'è valutazione, se non c'è continuità, capacità di indagare nel tempo, i miglioramenti e la crescita fisiologia del calciatore

Nessun commento:

Posta un commento