Parliamo la stessa lingua

sabato 2 aprile 2011

MATCH ANALISYS: "Scala di Borg, percepisco lo sforzo post-gara"

Da un paio di anni, visto la mancanza di strumentalizzazione a mia disposizione, lavorando nel settore giovanile, mi sembra doveroso per il mio lavoro, e per avere una concreta valutazione sullo sforzo percepito in gara dai miei ragazzi, utilizzo la Scala di Borg.
La scala di Borg consente di valutare la percezione soggettiva dello sforzo in relazione a un carico esterno proposto in allenamento o durante una partita di campionato.parte
Ne esistono due tipi:
- la RPE (ratings of perceived exertion) che si basa su 20 livelli, ma che di fatto parte dal livello 6
- CR10  (category ratio anchored at number 10) che si basa su 10 livelli.
Borg mise in relazione i numeri crescenti (dal 6 fino al 20) con la FC durante lo sforzo fisico. Il livello 16 corrisponde all'85%  della frequenza cardiaca max, ovvero la stessa percentuale a cui di solito corrisponde la soglia anaerobica.
Un limite di questo metodo è che il calciatore deve essere il più oggettivo possibile, senza sopravalutare o sottovalutare "la fatica" percepita e questo, l'atleta, non sempre è in grado di farlo con precisione

Nessun commento:

Posta un commento