Parliamo la stessa lingua

sabato 26 marzo 2011

SUL CAMPO: "Back to Back intensità alta a partita normale"

Il back to back è il primo di una serie di lavori che ho programmato in questa mia parte centrale del libro. La programmazione del lavoro sul campo attraverso l’utilizzo della palla, assume per il sottoscritto un elemento molto importante e specie quando si lavora con un gruppo di atleti in fase evolutiva, laddove rientra ancora fondamentale, inserire quella percentuale di attività ludica nell’indirizzo specifico.
Attraverso il principio dell’intermittenza (personalmente utilizzo questo sistema allenante), il Back to back nasce anche per dare dell’utilità a livello tecnico e tattico introducendo le precise varianti. Ma analizzando in pratica ecco come ripropongo il Back to back, che i più famosi colleghi gia hanno adoperato e che tutt’ora mantengono in uso.
Oltretutto, l’utilizzo di questo allenamento specifico l’ho riproposto (come poi si vedrà in seguito) attraverso dei miglioramenti sotto il punto di vista cardiovascolare e di potenza organica.
Come mostra l’immagine  l’utilizzo del campo è da adottare sia al numero di componenti che abbiamo a disposizione per poter lavorare (in questo caso ho riportato un 7>7 compreso anche i portieri). Cose importanti da dire, che l’intensità del lavoro dovrebbe raggiungere il picco massimo nella parte centrale del campo dove i tocchi sono limitati, oppure che il tecnico, ha la possibilità di variare con la massima fantasia, l’intensità e la densità dell’esercizio modificando le misure di tutto il campo, innalzando o abbassando la soglia di lavoro organico. I tempi sono dettati principalmente, dalle richieste del tecnico e del preparatore atletico, abitualmente per il gruppo con cui lavoro ecco la mia predisposizione di lavoro con accurata misura e svolgimento del gioco.



-          Numero di giocatori: da 7 vs 7 in su + 2 portieri
-          La sua descrizione: Partita di calcio
-          La composizione delle regole: nella zona centrale il numero di tocchi è limitato a due (crea intensità). I portieri possono toccare la palla con le mani all’interno di un area stabilita dal preparatore stessa.
-          Tipo dell’esercitazione proposta: Principio dell’intermittenza
-          Le varianti ? La prima potrebbe essere di inserire nella zona centrare il numero di tocchi di palla per ciascuna squadra a sei. In altrernativa, le squadre avrebbero a disposizione solo tre passaggi nella zona centrare. La seconda variante? Nella zone esterne il numero di tocchi per giocatore è limitato (ad esempio un massimo di due), ma nella zona centrale è libero. La terza variante? Goal che vale solo se al momento dello stesso, tutti i componenti della squadra si trovano solo nella zona d’attacco e nessuno nelle altre due. Ultima variante? Gioco libero e obbligo di almeno un cambio di gioco ad azione, a questo punto il gol varrebbe doppio. CHI PERDE? FLESSIONI E ADDOMINALI SUL POSTO.

Nessun commento:

Posta un commento