Parliamo la stessa lingua

sabato 26 marzo 2011

BIOLOGICAMENTE ATLETI: "Biologia essenza nell'allenamento nel calcio"

L’esecuzione sistematica di esercizi a livello muscolare e comunque dettati a migliorare quelle che sono le performance fisiche, acquisendo così, destrezza, abilità e tecnica specifica, sono le basi fondamentali dell’allenamento sportivo. Gli esercizi più idonei ed efficaci per migliorarsi nella disciplina del calcio, sono suggeriti principalmente dall’esperienza ed in parte dalla ricerca scientifica.
La valutazione funzionale delle capacità fisiche, la valutazione visiva della prestazione tecnica  ed i risultati delle competizioni indicano la reale efficacia dell’allenamento. In ogni caso, rimane sempre incompleto il collegamento tra il lavoro svolto e gli effetti della ripetizione sistematica degli esercizi proposti durante una seduta di allenamento.
Pertanto le informazioni che si ottengono dalle valutazioni delle capacità fisiche e dai risultati sportivi ottenuti in gara, arrivano sempre in ritardo. Oltretutto, le modificazioni biologiche che si possono rilevare mediante la valutazione funzionale, scaturiscono da un’integrazione  complessa di fattori quali:

-          metodo di allenamento
-          densità e intensità della seduta totale
-          programmazione del lavoro
La situazione sul monitoraggio generale varia in modo molto accentuato, se si considera che :
a)       gli effetti allenanti si osservano nei cambiamenti prodotto nell’organismo dall’esercizio
b)       esiste una dipendenza specifica di ogni modificazione biologica in funzione della natura, durata ed intensità dell’esercizio.
Questo provocherà modificazioni specifiche nell’organismo necessarie per raggiungere gli scopi prefissi dall’allenemento. Di conseguenza, le modificazioni causate dai vari esercizi fisici condurranno ad un incremento del livello della prestazione sportiva.
Per avere quindi una corretta valutazione e vantaggio nella programmazione dell’allenamento:
a)       ogni esercizio verrà eseguito per ottenere uno scopo concreto, espresso da determinate modificazioni nell’organismo
b)       le modificazioni ottenute, permetteranno di verificare l’efficacia di ogni esercizio.
L’allenamento rappresenta una sistematica e mirata alterazione  della struttura corporea, dei metabolismi e delle sue funzioni. Le sedute di allenamento, dettagliate dalle singole proprietà allenanti (metodica e riproduzione dell’esercitazione), devono indurre modificazioni necessarie e mirate.
Le modificazioni ottenute consentono di evidenziare , permettendo un controllo, il raggiungimento degli scopi prefissati attraverso esercizi o gruppi di esercizi. Per conoscere quali siano i cambiamenti necessari per raggiungere l’obiettivo dell’allenamento, i fattori limitanti la prestazione nella disciplina corrispondente deovno essere presi  in considerazione.
Successivamente la strategia dell’ allenamento deve determinare come distribuire il carico di lavoro durante l’anno di allenamento e durante un determinato periodo dell’anno.
L’induzione immediata  delle modificazioni necessarie dipende dalla tattica di allenamento, cioè dalla scelta degli esercizi e dall’organizzazione di sessioni di allenamento e microcicli.

Nessun commento:

Posta un commento